Indice
Bibliografia
Chi siamo
Conferenze
Consulenza
Convegni
Corsi
Esperimenti
Metapedia
Pubblicazioni
Ricercatori
Storia
Link Ricercatori
Canale YouTube AISM-Metapsichica. Vedi video ultime conferenze!
S.O.S. TELEPATIA  -  BLOG DEL PRESIDENTE DI A.I.S.M.  -  DOTT.GIORGIO COZZI
LABORATORIO INTERDISCIPLINARE DI RICERCA BIOPSICOCIBERNETICA
Psichica - Scienza della Mente - Sito di Massimo Biondi e Giovanni Iannuzzo
PSYCHOMEDIA - Salute Mentale e Comunicazione - Il Primo Portale Italiano di Psichiatria  Psicologia  Psicoanalisi  Psicoterapia - On-line dal 25 Gennaio 1996
Fondazione Biblioteca Bozzano-De Boni


La Ricerca Psichica
Corso di parapsicologia


Dott.Felice Masi

A.I.S.M.  Associazione  Italiana  Scientifica  di  Metapsichica
Già Società Italiana di Metapsichica (S.I.M.) fondata a Roma il 26 maggio 1937 dai dottori
Emilio Servadio, Ferdinando Cazzamalli, Giovanni Schepis e Luigi Sanguineti. La parapsicologia (raramente detta metapsichica) è la disciplina che si propone di studiare con metodi scientifici tre categorie di fenomeni anomali: poteri psichici, interazione tra mente e materia e sopravvivenza alla morte. La parapsicologia non è lo studio di ogni fenomeno paranormale, nonostante si occupi di dimensioni e di fenomeni inerenti a processi estranei alle comuni e note leggi fisiche e alle esperienze sensoriali, ma comunque attribuibili alla psiche dell'uomo.

ASSOCIATINewsArea-Riservata
HomeArchivio NewsArticoli NewsConferenzeRicercaMisteriSede-ROZZANO.MIBIBLIOTECA
RicercaRicerca AvanzataVersione stampabile
Studio del Dr. Dean Radin & Altri (30-03-09)


Molto è stato scritto su come le nostre buone intenzioni  aiutano gli altri a guarire, ma si può veramente raggiungere col pensiero e le preghiere qualcuno che non è fisicamente presente, e come si fa a saperlo?

In quest'articolo vi presenteremo le prove che abbiamo sulla realtà di questo fenomeno e vi forniremo alcune spiegazioni sui motivi per cui la guarigione a distanza ha oggi un posto nel pensiero scientifico moderno.

Un ben progettato studio svolto nel 2008 ha esaminato 36 coppie nel cui contesto 22 persone erano malate di cancro. Vennero creati tre gruppi: nel primo, costituito da dodici coppie, la persona sana fu addestrata ad inviare pensieri di guarigione verso il paziente e fu invitato a farlo per i tre mesi precedenti l'esperimento. Questa fase è stata denominata "formazione" del gruppo.

Nelle altre 10 coppie in cui uno dei partner era colpito dal cancro, il test veniva effettuato prima che il soggetto sano fosse stato addestrato e queste coppie furono inserite nel "gruppo di attesa".

I restanti quattordici individui sani non ricevettero nessuna formazione, sì da poter fungere da "gruppo di controllo" dell'esperimento . In che cosa consisteva tale formazione?

In entrambi i membri della coppia veniva misurata la conduttanza della pelle e poi veniva loro chiesto di 'sentire' la presenza dell'altro.

La conduttanza della pelle è la misurazione della capacità del sudore di condurre l'elettricità, ovvero indica che il sistema nervoso autonomo è stato attivato. Il sistema nervoso autonomo è una parte del nostro cervello che regola l'equilibrio del corpo e si occupa di funzioni "automatiche", ovvero inconsce, come il controllo del battito cardiaco, della respirazione e di molte altre, compresa la sudorazione. 

Misurando la conduttività della pelle (che viene alterata dal sudore, ricco di sali minerali che sono buoni conduttori dell'elettricità), i ricercatori erano in grado di sapere se questa importante funzione del nostro corpo era stata attivata o meno.

Durante i tests i partner erano tenuti separati in stanze schermate in stato di rilassamento per 30 minuti. Il mittente della intenzione inviava il "segnale" per periodi di 10-secondi seguiti da altrettante pause e la conduttanza cutanea veniva  misurata sia durante la trasmissione che durante le pause.

I ricercatori volevano controllare se si potevano rilevare differenze nei valori della conduttanza quando i partners inviavano le loro intenzioni positive, al fine di dimostrare che esse avevano effettivamente un impatto sul sistema nervoso del ricevente.

E' doveroso ricordare che in qualsiasi ricerca scientifica, se vi è meno del 5% di probabilità che un evento sia dovuta al caso, si assume che molto probabilmente l'evento stesso non é casuale e persino percentuali intorno al 10% possono essere abbastanza significative.

Ebbene, ogni volta che venivano inviate le intenzioni positive verso i partners, che vi ricordiamo si trovavano in una camera schermata, si creavano cambiamenti nella conduttanza della pelle molto significativi rispetto alle fasi di pausa, quando tali modifiche non erano presenti.

La probabilità che questi risultati siano dovuti al caso è risultata pari allo 0,09%, quindi ben al di sotto del fatidico 5%.

Tali modificazioni elettriche sono state riscontrate in tutti e tre i gruppi, ma i picchi maggiori erano molto evidenti nel gruppo sottoposto a precedente allenamento, meno nel gruppo d'attesa ed ancora meno nel gruppo di controllo.

Questo esperimento ha dimostrato che i pensieri positivi possono influenzare a distanza il corpo d'un partner ignaro e che, se l'intenzione è compassionevole, l'effetto è maggiore, infatti anche altri studi hanno indicato che le preghiere possono far guarire persino da tumori di piccole dimensioni.

Tuttavia, i risultati degli studi sugli effetti della guarigione a distanza non sono stati univoci, per esempio non sono riusciti a dimostrare che la guarigione a distanza può migliorare la stanchezza cronica, o l'andamento della malattia nei pazienti HIV positivi. In realtà, i due studi hanno anche dimostrato che la guarigione a distanza può avere effetti negativi.

All'interno della comunità scientifica, ci sono un gruppo di scienziati che credono nella guarigione a distanza ed un gruppo che la nega.

I primi non credono che si tratti solo di fenomeni illusori. Ci sono quattro principi della fisica di base descritti in letteratura per spiegare il fenomeno:
(1) che l'intenzione sia trasmessa da un  segnale energetico ancora sconosciuto,
(2) che l'intenzione "arrotoli" lo spazio-tempo, come la gravità, creando dei percorsi per la connessione fra le menti;
(3) che le persone, come le particelle descritte dalla fisica quantistica, hanno istantanee correlazioni a distanza (
vedi Esperimento di Parigi);
(4) che l'intenzione è molto simile alle misurazioni della fisica quantistica.

Essa organizza le possibilità casuali nello stesso modo in cui più funzioni d'onda possono essere collassate in una singola funzione.

Così, fin d'ora, sembra che la guarigione a distanza funzioni in alcune situazioni, ma non in altre, ma cosa significa questo? Credo che la guarigione non è sempre efficace per diversi motivi:
(1) la qualità della nostra intenzione potrebbe non essere sufficientemente elevata;
(2) non tutti i soggetti hanno le stesse capacità;
(3) alcune malattie potrebbero richiedere livelli più elevati di intenzione;
(4) ci possono essere anche intenzioni provenienti da altre fonti che inficiano l'intenzione positiva.

Io sono meno incline a credere che "la guarigione a distanza" è un'assurdità, perché i dati che abbiamo ottenuto finora dimostrano che vi è sicuramente la possibilità che l'effetto è avvertibile, ma
potrebbe non essere uniforme e/o onnipresente.

Vorremmo poi sottolineare il fatto che non tutti gli uomini sarebbero ugualmente capaci di eseguire la guarigione a distanza, perchè solo chi possiede speranza e fede ha le possibilità di successo più elevate e forse questo significa che l'intenzione funziona meglio quando crediamo fermamente nelle nostre capacità personali. In fondo anche per la visione a distanza, varrebbe lo stesso principio.

da: Institute of Noetic Sciences, Petaluma, CA, USA - Dr. Dean Radin  & altri su Publimed



 

 

RINNOVA L'ISCRIZIONE ... DIVENTA SOCIO A.I.S.M.

Home
Home
Contatti
Contatti
Info
Info



diventa socio aism

Lingua
News Conferenze
Venerdì 5 aprile 2019 Francesca Pistollato
EPIGENETICA: La Scelta Consapevole Della Propria Realtà
Programma Conferenze AISM Rozzano Primavera 2019
La Rivista
Disponibile la nuova edizione della rivista Metapsichica Anno 2018 - Vol. 51
News Articoli
VIAGGIO NELLA MEMORIA
di Giorgio Cozzi
UNA NUOVA VIA PER LA RICERCA PSICHICA
di Giorgio Cozzi
E SE IL NOSTRO UNIVERSO FOSSE SOLO UNO DEI TANTI?
di Sergio Ragaini
LA POTENZA DELLA PREGHIERA SULLA SALUTE
di Elena Greggia
COSMOS
di Giorgio Cozzi
I SEGRETI DELLA GRANDE PIRAMIDE
di Giorgio Cozzi
GLI INFINITI SPAZI DELLA MENTE
di Giorgio Cozzi
UNO, CENTOMILA E OLTRE
di Giorgio Cozzi
E SE TUTTO FOSSE GIÀ SUCCESSO?
di Giorgio Cozzi
I ROBOT LEGGONO NEL PENSIERO?
di Giorgio Cozzi
LA MENTE PUÒ INFLUIRE SULLA MATERIA?
di Giorgio Cozzi
L’UOMO A TRE VELOCITÀ
di Giorgio Cozzi
LA INFOVISIONE
di Giorgio Cozzi
DIALOGO IMPROBABILE CON MARCO MARGNELLI
di Patrizia Gioia
DUE GRANDI DELLA PSICOLOGIA TRANSPERSONALE: GROF E ROQUET
di Bruno Severi
MATERIALIZZAZIONI DI CORPI SPIRITUALI.
di Salvatore Capo
POLTERGEIST: IL RITORNO DEI GHOSTBUSTERS
di Giorgio Cozzi
TELEPATIA: LE SPIEGAZIONI SCIENTIFICHE
di Sergio Ragaini
TELEPATIA PER DUE
di Giorgio Cozzi
NUOVI ORIZZONTI PER CIECHI O IPOVEDENTI. LA MENTE PERCETTIVA
di Elena Greggia
Server di Posta RISERVATO al direttivo di AISM associazione italiana scientifica di metapsichica

AISM associazione italiana scientifica di metapsichica

Sede legale: Via Domenichino, 12 - 20149 Milano c/o I.S.O.Srl Interventi Socio Organizzativi
 Sede operativa: via Garofani 21, 20089 Rozzano (MI) c/o Casa delle Associazioni

Incontri: tutti i lunedì dalle 15,00 alle 17,30

segreteria.aism@metapsichica.net 
TEL +39 3477223290  FAX +39 0293667105
design
e sviluppo by AISM
webmaster@metapsichica.net


Un ringraziamento particolare a Media10.it senza il cui supporto e contributo questo sito non avrebbe mai visto la luce.