Indice
Bibliografia
Chi siamo
Conferenze
Consulenza
Convegni
Corsi
Esperimenti
Metapedia
Pubblicazioni
Ricercatori
Storia
Link Ricercatori
Canale YouTube AISM-Metapsichica. Vedi video ultime conferenze!
S.O.S. TELEPATIA  -  BLOG DEL PRESIDENTE DI A.I.S.M.  -  DOTT.GIORGIO COZZI
LABORATORIO INTERDISCIPLINARE DI RICERCA BIOPSICOCIBERNETICA
Psichica - Scienza della Mente - Sito di Massimo Biondi e Giovanni Iannuzzo
PSYCHOMEDIA - Salute Mentale e Comunicazione - Il Primo Portale Italiano di Psichiatria  Psicologia  Psicoanalisi  Psicoterapia - On-line dal 25 Gennaio 1996
Fondazione Biblioteca Bozzano-De Boni


La Ricerca Psichica
Corso di parapsicologia


Dott.Felice Masi

A.I.S.M.  Associazione  Italiana  Scientifica  di  Metapsichica
Già Società Italiana di Metapsichica (S.I.M.) fondata a Roma il 26 maggio 1937 dai dottori
Emilio Servadio, Ferdinando Cazzamalli, Giovanni Schepis e Luigi Sanguineti. La parapsicologia (raramente detta metapsichica) è la disciplina che si propone di studiare con metodi scientifici tre categorie di fenomeni anomali: poteri psichici, interazione tra mente e materia e sopravvivenza alla morte. La parapsicologia non è lo studio di ogni fenomeno paranormale, nonostante si occupi di dimensioni e di fenomeni inerenti a processi estranei alle comuni e note leggi fisiche e alle esperienze sensoriali, ma comunque attribuibili alla psiche dell'uomo.

ASSOCIATINewsArea-Riservata
HomeArchivio NewsArticoli NewsConferenzeRicercaMisteriSede-ROZZANO.MIBIBLIOTECA
RicercaRicerca AvanzataVersione stampabile
Vacciniamo il cervello contro lo stress

Vacciniamo il cervello contro lo stress

Cuore allegro, il cielo l’aiuta. Il riso fa buon sangue. Se consideriamo che gli stati di tensione emotiva possono abbassare le nostre difese immunitarie, vale proprio la pena di “vaccinare” il nostro cervello utilizzando i momenti di pausa e di svago per cercare di recuperare un buon equilibrio tra mente e corpo. Dalle ricerche emerge sempre più il fatto che stare allegri, di buon umore, essere ottimisti, coltivare buoni rapporti col prossimo può influire sulla nostra salute e, addirittura, prolungare la nostra vita. La tradizione popolare l’ha sempre affermato, e la scienza lo sta confermando.
Secondo gli studi più recenti della moderna medicina psicosomatica, coltivare un buon carattere, affrontare in modo positivo le piccole e grandi difficoltà quotidiane, dedicare un po’ di tempo agli affetti e agli amici più cari, ma anche al rilassamento e allo svago, si accompagna a una maggiore resistenza alle malattie virali e, di conseguenza fa ammalare di meno. E’ come se il cervello disponesse di un proprio “antivirus” naturale, in grado di elevare le difese immunitarie, che permettono di preservare l’organismo tanto dalle aggressioni da parte dei microrganismi del mondo esterno, quanto dalle disfunzioni interne del nostro corpo.
«Il nostro corpo è costruito per esprimere emozioni, per agire», spiega Massimo Biondi, professore di psichiatria all’Università La Sapienza di Roma, «quindi vivere cose positive, vuol dire cercarsele, mettere in piedi delle situazioni di vita e di lavoro che le possano agire e ce ne possano essere. Vivere in gruppo, coltivare i rapporti con gli altri, cercandoci le persone che ci piacciono, svolgere un’attività fisica che dia piacere (che non significa andare in palestra a forza, può essere invece fare una passeggiata), cercare di avere situazioni di gioco che sono molto distensive, rispettare i bioritmi individuali, alternare periodi di fatica e periodi di riposo, periodi di ozio, rispettare il sonno, non trattare il corpo come una macchina, fare l’amore: sono tutte cose che servono a mantenersi sani. Mentre spesso nella nostra organizzazione civile che abbiamo oggi, il corpo fa un po’ da tappetino».
La medicina della salute. Un tempo la medicina psicosomatica si reggeva su osservazioni cliniche: le persone con certi tipi di carattere avevano maggiori probabilità di andare incontro, ad esempio, all’ulcera e all’infarto. Una tendenza ad essere costantemente irritabili, reattivi e rabbiosi anche per fatti banali, può aprire la strada a malattie del cuore, della circolazione, dello stomaco, a dolori delle articolazioni o da tensione muscolare. A tutti è capitato di sentirsi stanchi, stressai, nervosi e pigliarsi una bella influenza. Lo stretto legame tra emozioni, salute e malattia, è sempre più confermato dalle ricerche sulle connessioni tra la mente, il sistema nervoso e le difese naturali del nostro corpo. E mentre un tempo la medicina indagava esclusivamente le malattie e le cause che le provocano, oggi la medicina e la psicologia studiano anche la salute fisica e mentale, per comprendere come preservarle e mantenerle più stabilmente possibile. Non c’è dubbio che vi siano persone in grado di vivere meglio di altre, in modo più soddisfacente e felice, spesso indipendentemente da ciò che hanno dal punto di vista materiale. La medicina della salute guarda a questi soggetti con interesse crescente, per capire come si possa coltivare un umore adatto a preservarci meglio dalle malattie.
Disinnescare la “miccia”. Ecco allora l’occasione per affrontare con serenità i momenti di pausa dal lavoro e dagli incalzanti impegni quotidiani. Di recuperare tempi e ritmi più vicini alla nostra natura e non, invece, imposti solo ed esclusivamente dalle sollecitazioni e dalle richieste che ci giungono dal mondo esterno. Non farci prendere insomma dalle tensioni del vivere quotidiano anche durante i momenti di relax. «L’altro elemento che conta è come noi percepiamo di controllare le cose», sottolinea Biondi, «e la variabile di come io reagisco a una certa cosa, come posso vederla diversamente, come posso organizzarmi per fronteggiarla meglio, diventa strategica».
Un buon proposito per stare meglio. In questo senso il meccanismo di controllo è darsi dei tempi. Spesso siamo portati a pensare come se un evento spiacevole o doloroso possa durare all’infinito. In realtà, consigliano gli esperti, si può imparare a reggere situazioni anche molto difficili, scadenzandole e dicendosi: “per i prossimi sei mesi accetto questo carico e poi se vedo che le cose non passano, tra sei mesi mi organizzo per un cambiamento”. Ad esempio nell’area della vita lavorativa, nell’organizzazione della giornata, dei rapporti affettivi, della collocazione del tempo. Se uno “spezzetta”, gestisce le cose in modo tale da dire: “adesso io, per ora, vado così fino alla data tale, fino all’anno venturo”, però si dà dei tempi, il carico percepito è minore, sente di avere una situazione di controllo molto maggiore.
«Un’altra strategia per stare emotivamente meglio durante», conclude Massimo Biondi, «è quella di ragionare giorno per giorno, cioè evitare di caricarsi di più cose in un giorno solo. Meglio stabilire qual è la cosa più importante e il resto lo faccio domani, ci penso domani. Organizzarsi. Infine, non rimuginare troppo. Vale a dire, quando si è di fronte a un problema che presenta difficoltà di soluzione, una volta che ci si è pensato mezzora, un’ora, basta. Si volta pagine e ci si torna su domani. Perché persistere fa spendere molte energie. Se la soluzione non è effettivamente disponibile, non siamo noi che ci arriviamo. Quindi in quel caso imparare a voltare pagina è essenziale».

Pierangelo Grazia

 

Fonte: http://www.bresciadomani.net/?p=6902


 

 

RINNOVA L'ISCRIZIONE ... DIVENTA SOCIO A.I.S.M.

Home
Home
Contatti
Contatti
Info
Info



diventa socio aism

Lingua
News Conferenze
Giovedì 23 maggio 2019
Simone Frettoli – William GiroldiniIL LINGUAGGIO DELLO SPIRITOCorrelazioni tra scienza e spiritualità - Nuove frontiere nello studio della mente!
Venerdi 10 maggio: Serata Paranormale
Tavola rotonda: i ponti percollegare scienza e spiritualità!
Programma Conferenze AISM Rozzano Primavera 2019
La Rivista
Disponibile la nuova edizione della rivista Metapsichica Anno 2018 - Vol. 51
News Articoli
VIAGGIO NELLA MEMORIA
di Giorgio Cozzi
UNA NUOVA VIA PER LA RICERCA PSICHICA
di Giorgio Cozzi
E SE IL NOSTRO UNIVERSO FOSSE SOLO UNO DEI TANTI?
di Sergio Ragaini
LA POTENZA DELLA PREGHIERA SULLA SALUTE
di Elena Greggia
COSMOS
di Giorgio Cozzi
I SEGRETI DELLA GRANDE PIRAMIDE
di Giorgio Cozzi
GLI INFINITI SPAZI DELLA MENTE
di Giorgio Cozzi
UNO, CENTOMILA E OLTRE
di Giorgio Cozzi
E SE TUTTO FOSSE GIÀ SUCCESSO?
di Giorgio Cozzi
I ROBOT LEGGONO NEL PENSIERO?
di Giorgio Cozzi
LA MENTE PUÒ INFLUIRE SULLA MATERIA?
di Giorgio Cozzi
L’UOMO A TRE VELOCITÀ
di Giorgio Cozzi
LA INFOVISIONE
di Giorgio Cozzi
DIALOGO IMPROBABILE CON MARCO MARGNELLI
di Patrizia Gioia
DUE GRANDI DELLA PSICOLOGIA TRANSPERSONALE: GROF E ROQUET
di Bruno Severi
MATERIALIZZAZIONI DI CORPI SPIRITUALI.
di Salvatore Capo
POLTERGEIST: IL RITORNO DEI GHOSTBUSTERS
di Giorgio Cozzi
TELEPATIA: LE SPIEGAZIONI SCIENTIFICHE
di Sergio Ragaini
TELEPATIA PER DUE
di Giorgio Cozzi
NUOVI ORIZZONTI PER CIECHI O IPOVEDENTI. LA MENTE PERCETTIVA
di Elena Greggia
Server di Posta RISERVATO al direttivo di AISM associazione italiana scientifica di metapsichica

AISM associazione italiana scientifica di metapsichica

Sede legale: Via Domenichino, 12 - 20149 Milano c/o I.S.O.Srl Interventi Socio Organizzativi
 Sede operativa: via Garofani 21, 20089 Rozzano (MI) c/o Casa delle Associazioni

Incontri: tutti i lunedì dalle 15,00 alle 17,30

segreteria.aism@metapsichica.net 
TEL +39 3477223290  FAX +39 0293667105
design
e sviluppo by AISM
webmaster@metapsichica.net


Un ringraziamento particolare a Media10.it senza il cui supporto e contributo questo sito non avrebbe mai visto la luce.