Indice
Bibliografia
Chi siamo
Conferenze
Consulenza
Convegni
Corsi
Esperimenti
Metapedia
Pubblicazioni
Ricercatori
Storia
Link Ricercatori
Canale YouTube AISM-Metapsichica. Vedi video ultime conferenze!
S.O.S. TELEPATIA  -  BLOG DEL PRESIDENTE DI A.I.S.M.  -  DOTT.GIORGIO COZZI
LABORATORIO INTERDISCIPLINARE DI RICERCA BIOPSICOCIBERNETICA
Psichica - Scienza della Mente - Sito di Massimo Biondi e Giovanni Iannuzzo
PSYCHOMEDIA - Salute Mentale e Comunicazione - Il Primo Portale Italiano di Psichiatria  Psicologia  Psicoanalisi  Psicoterapia - On-line dal 25 Gennaio 1996
Fondazione Biblioteca Bozzano-De Boni


La Ricerca Psichica
Corso di parapsicologia


Dott.Felice Masi

A.I.S.M.  Associazione  Italiana  Scientifica  di  Metapsichica
Già Società Italiana di Metapsichica (S.I.M.) fondata a Roma il 26 maggio 1937 dai dottori
Emilio Servadio, Ferdinando Cazzamalli, Giovanni Schepis e Luigi Sanguineti. La parapsicologia (raramente detta metapsichica) è la disciplina che si propone di studiare con metodi scientifici tre categorie di fenomeni anomali: poteri psichici, interazione tra mente e materia e sopravvivenza alla morte. La parapsicologia non è lo studio di ogni fenomeno paranormale, nonostante si occupi di dimensioni e di fenomeni inerenti a processi estranei alle comuni e note leggi fisiche e alle esperienze sensoriali, ma comunque attribuibili alla psiche dell'uomo.

ASSOCIATINewsArea-Riservata
HomeArchivio NewsArticoli NewsConferenzeRicercaMisteriSede-ROZZANO.MIBIBLIOTECA
RicercaRicerca AvanzataVersione stampabile

Poltergeist – famiglia De Marco 1958
di Basilio Santocrile

Altre manifestazioni di poltergeist si ebbero nel 1958 sempre nel comune di Perito, in località i Caterini presso la famiglia di Alfonso De Marco, oggetti come bottiglie, sedie, mattoni, pietre, materassi e tavoli si sollevavano in volo; ci parla di un episodio il sig. Nicola Di Fiore il quale fu testimone oculare dei fatti che verranno esposti.  -  “Mi ero recato a casa di Alfonso De Marco  diverse volte, ma non avevo potuto verificare mai nulla. Una sera vi erano più di Mille persone fra curiosi, forze dell’ordine e il Sindaco Giuseppe Baldo in qualità di Ufficiale Giudiziario. Io ero in compagnia del sig. Nicola Strumillo e Giovanni Apolito re Nufrio (mio cognato) ; a dire il vero, non mi fidavo molto dello Strumillo, perché costui asseriva di aver assistito a diverse manifestazioni nei giorni precedenti, trovandosi proprio a casa dei De Marco per scavare un pozzo nella loro proprietà !  -  La sera in questione verso le ore 20,00 le persone cominciarono a diminuire, anche il sindaco andò via, raccomandandosi al De Marco, e minacciandolo con la prigione. Al ché il De Marco esclamò : “ Ah don Pè… voi scherzate, io qua me la vedo brutta, e voi al posto di aiutarmi mi minacciate !  – Dovete sapere che due giorni fa, son’ venuti qua un ufficiale e due poliziotti ; l’ufficiale udendo dei rumori fra quei mattoni (e li indicò col dito) vi ha sparato alcuni colpi di rivoltella, al che le mie bambine si sono messe a gridare, e i mattoni a roteare per aria e a scagliarsi da soli contro l’ufficiale… Don Pe’…  quel povero cristo se l’è vista brutta, ma per fortuna nemmeno un mattone l’ha colpito, e se l’è data a gambe lui e i suoi subalterni, con una gran paura, ma fortunatamente illesi. E voi dite a me : stai attento !… io non so più che pesci piglia’ !…“  Il sindaco andando via chiedendomi se fossi restato ancora, mi raccomandò di tenere un po’ tutto sotto controllo. Delle persone da me conosciute, restarono Nicola Strumillo, (che in quel momento era in casa dei De Marco ), Giovanni Apolito, Giovanni Caporale del Casino dei Lebani, De Marco Carmine e un sordomuto di cui non ricordo il nome ma che era in servizio presso i Pisano di Omignano Scalo. – Mentre mio cognato si allontanava dal nostro gruppo per un bisogno corporale, io lo seguii con lo sguardo ; e quando fu di ritorno mi accinsi ad andargli incontro, ed in quel momento si udì fra di noi la caduta di un gran masso. Ci guardammo in viso e ci accusammo a vicenda, ma giunti alla distanza di un metro l’uno dall’altro  sentimmo di nuovo quel rumore.  http://www.youtube.com/watch?v=YAYYmYwxxC0   -  Allora raccomandai a Giovanni di non muoversi, e di tenere sotto controllo la zona, perché avevo il sospetto che tale rumore fosse stato provocato per scherzo  dallo Strumillo ; mi misi a cercarlo e lo trovai seduto  in casa del De Marco, fra alcuni amici che parlava tranquillamente, mi fu assicurato che Nicola non si era mosso di lì da almeno un’oretta. – La casa risultava illuminata dalla luce a gas, che rischiarava l’esterno attraverso una finestra, e al centro della scia luminosa riflessa a terra  giocavano indisturbate le figlie del De Marco, Santina di anni 8  e Alida di anni 7 ( le quali erano le maggiori indiziate per gli strani avvenimenti che accadevano). Per il fatto accaduto, chiesi ad Alfonso De Marco  e alla moglie Orsola di far entrare le bambine ! – In quel momento cominciarono a fischiare delle pietre per terra, ma proseguivano a rallentatore nel loro movimento e constatai che i sibili erano sì prodotti dalle pietre, ma non per la loro velocità, ma per il loro roteare su se stesse. – Insistei  nel voler far muovere le bambine sempre pensando a un trucco, ma mi accorsi che esse giocavano sì con delle pietruzze ma che non erano quelle che venivano lanciate da chi sa dove. –            Il padre mi implorò “Nicò credici… qua son’ cose misteriose !  devi sape’ che ieri la nostra mucca stava per sconfinare e mangiarsi le solite cose al di la dello steccato di nostra competenza, le bimbe l’hanno chiamata più di una volta, ma non avendo riscontro al loro richiamo, senza scomporsi hanno continuato a giocare, mentre una pioggia di sassi faceva sì che la mucca desistesse dallo sconfinamento ! Nico’, tu nu’nge crire, ma su cose re pacci !” – Non ci credevo, eppure vedevo e udivo  ancora delle pietre fischiare e schiantarsi lontane fra gli arbusti sottostanti l’area del caseggiato. – Raccolsi una di quelle pietre, e con Nicola e Giovanni me ne ritornai a Perito. Il giorno seguente incontrai il sindaco, il quale mi chiese : “Nico’, che mi dici… ! ? hai visto qualcosa… ? “ ed io : “ Zi Pe’… (poiché era un lontano parente, per rispetto lo chiamavo zio) Io non ci volevo credere , ma le pietre l’ho viste vola’, e udite fischia’… anzi… (tirando fuori dalla tasca quella che avevo raccolta la sera precedente) questa qua n’è una ! quelle due bambine hanno qualcosa … che cosa non lo so, ma c’e l’hanno… ; del resto zi Pe’… vui siete il sindaco , e siete pure ‘na persona istruita… veretevella vui… !”  -  http://www.youtube.com/watch?v=YRzM-ryJL2s&feature=related   -   Nel 1595 a Bordeaux, in Francia venne emessa una curiosa ordinanza “ E’  proibito vendere immobili abitati da fantasmi ”. Nel 1703 Carl Friedrch Romanus, ottenne a Lipsia una laurea a pieni voti presentando la tesi “ Gli spiriti sono obbligati a pagare l’affitto” ed ebbe un tale successo, che molti studiosi si occuparono della materia e conclusero che “I fantasmi debbono assolutamente pagare la pigione, pena lo sfratto”. Nel 1966 in Inghilterra William Haywood, accusato di guida senza patente, ottenne dal giudice James Devey una lieve condanna sostenendo che : sarebbe stato estremamente ingiusto nei confronti della moglie spedirlo in galera, e lasciare che la consorte diciannovenne  in attesa di un figlio, lasciasse sola terrorizzata e in balia della presenza di un fantasma in casa. –  Scrive Massimo Inardi di un avvenimento del 1958 verificatosi a Seanford, negli Stati Uniti presso la famiglia Hermann, dove vivevano due bambini, Jimmy di 12 anni, e Lucille di 13. “ Tutto ebbe inizio nel pomeriggio del 3 febbraio. Fu una vera esplosione, sia nel senso metaforico che nel senso letterale :  sei bottiglie ben chiuse si stapparono contemporaneamente, e il loro contenuto (acquasanta, varechina e alcol) si rovesciò sul pavimento; un crocifisso cadde dalla parete della camera di Jimmy e una gondola di legno, una porcellana e un angelo di plastica piombarono a terra rompendosi. Il 9 febbraio, mentre la famiglia era seduta a colazione, iniziò un’altra serie di esplosioni : prima la bottiglia del profumo, poi ancora quella dell’acquasanta, in fine quella dell’ammoniaca. L’11 febbraio, una bottiglia di profumo con atomizzatore si stappò e si rovesciò… – La sera del 16, mentre Jimmy dormiva nella sua stanza, si capovolse la lampada del comodino da notte, poi un mappamondo dal piano della libreria, entro un’ora si verificarono altri quattro fatti analoghi. La sera del 24 di fronte a un giornalista del Newsday, si vide il mappamondo uscire dalla stanza di Jimmy  e venire ballando verso la sedia del giornalista. Il 25 altri oggetti si mossero, rompendosi, un fonografo portatile e una statua, che a sua volta fracassò lo specchio. Altri fenomeni avvennero fino al 10 marzo, però sempre più rarefacendosi, fino a cessare del tutto”. Il caso fu seguito da eminenti scienziati quali i Dottori Roll e Pratt assistenti del Prof. Rhine, e dal Dott. Karlis Osis direttore del reparto ricerche della  Parapsychology Foundation : tutti giunsero alla conclusione che i fatti non si manifestarono mai quando Jimmy non era in casa oppure dormiva. – Una volta subito si sarebbe parlato di case infestate e persone possedute, e si sarebbe ricorsi facilmente all’esorcismo. Ma fra innumerevoli casi, che di certo non andrò a esporvi, tutti presentano un fattore comune: la presenza di giovani, giovanissimi o di persone in età critica, e questo è un particolare determinante per la soluzione collegata a tali manifestazioni. Infatti la parapsicologia precisa : demoni, fantasmi, spiriti, ecc. non centrano minimamente col problema delle case infestate, centra invece la telecinesi o psicocinesi, http://www.youtube.com/watch?v=apaPRTCQWNk&feature=related   -   che spiega come la forza del pensiero possa influire sulla materia. Resta solo da discernere, dalla forza voluta (in caso di medium,) e forza involontaria scatenata inconsciamente da soggetti  inconsapevoli dei loro poteri, da giovani prepuberi,  puberi o adolescenti, oppure come già detto da persone in età critica, quindi R.S.P.K. (Recurrent Spontaneous Psychokinesis).

Basilio SANTOCRILE.

Proprietà letteraria riservata di Basilio Santocrile, viene consentita la riproduzione dei racconti poesie detti ecc. per intero a mezzo stampa radio TV ed internet, citandone l’ autore. –  basilio.santocrile@libero.it, Fax 06/99331572



 

 

RINNOVA L'ISCRIZIONE ... DIVENTA SOCIO A.I.S.M.

Home
Home
Contatti
Contatti
Info
Info



diventa socio aism

Lingua
News Conferenze
Programma Conferenze AISM Rozzano Primavera 2019
La Rivista
Disponibile la nuova edizione della rivista Metapsichica Anno 2018 - Vol. 51
News Articoli
VIAGGIO NELLA MEMORIA
di Giorgio Cozzi
UNA NUOVA VIA PER LA RICERCA PSICHICA
di Giorgio Cozzi
E SE IL NOSTRO UNIVERSO FOSSE SOLO UNO DEI TANTI?
di Sergio Ragaini
LA POTENZA DELLA PREGHIERA SULLA SALUTE
di Elena Greggia
COSMOS
di Giorgio Cozzi
I SEGRETI DELLA GRANDE PIRAMIDE
di Giorgio Cozzi
GLI INFINITI SPAZI DELLA MENTE
di Giorgio Cozzi
UNO, CENTOMILA E OLTRE
di Giorgio Cozzi
E SE TUTTO FOSSE GIÀ SUCCESSO?
di Giorgio Cozzi
I ROBOT LEGGONO NEL PENSIERO?
di Giorgio Cozzi
Server di Posta RISERVATO al direttivo di AISM associazione italiana scientifica di metapsichica

AISM associazione italiana scientifica di metapsichica

Sede legale: Via Domenichino, 12 - 20149 Milano c/o I.S.O.Srl Interventi Socio Organizzativi
 Sede operativa: via Garofani 21, 20089 Rozzano (MI) c/o Casa delle Associazioni

Incontri: tutti i lunedì dalle 15,00 alle 17,30

segreteria.aism@metapsichica.net 
TEL +39 3477223290  FAX +39 0293667105
design
e sviluppo by AISM
webmaster@metapsichica.net


Un ringraziamento particolare a Media10.it senza il cui supporto e contributo questo sito non avrebbe mai visto la luce.